Ok
Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.
Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Casizolu di pecora

Casizolu di pecora

Condividi

4 Oggetti

Su Sardinia Food District non poteva mancare la reinterpretazione di uno dei più originali formaggi del panorama caseario sardo: il Casizolu, uno dei rari formaggi vaccini in un panorama dominato dai pecorini, rivisitato per andare incontro ai gusti del mercato locale ma anche di chi, fuori dai confini della Sardegna, dimostra un debole per i formaggi ovini.

Questo Casizolu di pecora eredita dal fratello più famoso la pittoresca forma a peretta, mentre nel gusto sprigiona tutti gli aromi tipici dei pecorini. Un gusto più forte e deciso, dunque, dove le note erbacee del Casizolu classico si aggiungono e intrecciano all’odore acre e selvatico di pecora, reso particolarmente intenso dal particolare ambiente in cui le greggi vengono allevate, nutrendosi di erbe spontanee autoctone.

18,00 €
  • 700 gr

Storia, caratteristiche e zone di produzione del Casizolu di pecora

Come molti dei formaggi presenti nel catalogo di Sardinia Food District, il Casizolu è un prodotto legato a tradizioni antichissime e a un know how che tutt’oggi si mantiene sostanzialmente artigianale, rimanendo estraneo a quel processo di innovazione tecnologica e industriale che ha spazzato via con sé molta della ricchezza e diversificazione gastronomica locale.

La tradizione, nel caso del Casizolu, è legata soprattutto alla sua versione vaccina, quella che da secoli viene prodotta nella zona del Montiferru. Ma anche la versione con latte di pecora, certo meno diffusa e più recente, prevede gli stessi metodi di produzione e l’utilizzo di soli animali di razza sarda pura. Il metodo di lavorazione è complesso e faticoso, perché prevede che la cagliata venga lavorata a mano ancora caldissima. Chi se ne occupa deve controllarla a brevi intervalli di tempo finché la cagliata non assume quella consistenza filante che ne decreta l’aderenza allo standard.

L’attenzione e la cura profuse in questa lavorazione si rivelano nella sinfonia di sapori di quello che, dopo una maturazione di almeno 30 giorni, diventerà il Casizolu di pecora. Un assaggio di questo formaggio a pasta filata vi farà immediatamente materializzare nella mente, come per magia, l’immagine nitida dei pascoli sardi battuti dal sole e dal vento. Un incantesimo possibile soltanto grazie alle vive mani di chi lo ha lavorato con tanto amore.

Casu e vino: abbinamenti enogastronomici del Casizolu di pecora

Il Casizolu di pecora è un formaggio in grado di parlare forte e chiaro senza bisogno di megafono: un pecorino sardo, insomma, con grande carattere e grande presenza, che può vivere tranquillamente su un palcoscenico vuoto, riempiendolo da sé. Da assaggiare tassativamente in purezza… oppure no?

Ebbene, nulla vi vieta di sfruttare la sua pasta filante per insaporire le vostre vellutate di verdure o fonderlo per adagiarvi dei sontuosi gnocchi di patate. E, come accompagnamento, soprattutto se fate uso del Casizolu stagionato non c’è niente di meglio di un vino rosso di corpo: tagliere e calice si terranno testa a vicenda.

Rivoluziona il modo di concepire l'aperitivo e sorprendi i tuoi clienti con l'AperiKit di Sardinia Food District: prodotti biologici a filiera corta 100% sardi, con packaging che strizzano l'occhio anche ai più giovani.

Scopri tutti i prodotti e le varianti!

Lavori nel settore Ho.Re.Ca.?

Scopri le nostre proposte per la ristorazione.

Scroll