Ok
Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.
Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Ricotta fresca

Ricotta fresca

Condividi

10 Oggetti

Sardinia Food District vi propone due versioni di ricotta fresca fra cui scegliere: una realizzata con latte di capra, l’altra con latte di pecora. Più aromatica la prima, più delicata e morbida la seconda, rappresentano entrambe un ingrediente fondamentale della cucina dolce e salata, dove incontra anche il gusto dei bambini con infiniti abbinamenti possibili.

Nella versione caprina, questo formaggio-non-formaggio è una vera manna dal cielo per chi soffre di ipertensione e problemi di metabolismo. Ricca di vitamine, sali minerali e proteine, la ricotta è inoltre uno dei pochi latticini adatti anche a chi segue una dieta ipocalorica, perché presenta un ridotto contenuto di grassi e può esser dunque considerata un formaggio magro.

8,20 €
  • 1 Kg (forma intera - Ovina)
  • 1 Kg (forma intera - Caprina)

Storia, caratteristiche e zona di produzione della Ricotta fresca

La ricotta viene prodotta in ogni zona d’Italia, Sardegna compresa, ormai da tempo immemore. Poiché è sottoposta a un disciplinare P.A.T. (Prodotti Agroalimentari Territoriali), deve necessariamente attenersi a degli standard produttivi che sono validi per tutta la penisola. Gli standard riguardano più che altro la metodologia di produzione: non importa tanto il latte con cui viene prodotta, che può essere vaccino, caprino o ovino, quanto il fatto che sia ottenuta dal liquido rimasto dalle precedenti preparazioni di formaggio.

È infatti con il siero che si produce questo latticino: non un formaggio, dunque, perché è a tutti gli effetti un sottoprodotto della lavorazione del latte. Il siero viene riscaldato a temperature molto alte, talvolta superiori agli 85°C, fino a ottenere la consistenza desiderata. Successivamente il siero riscaldato viene addizionato con un acidificante naturale che permette alle sieroproteine di emergere verso la superficie del siero. L’addizionante è in genere acido lattico o acido citrico, ma in passato si utilizzavano ingredienti comuni come limone o aceto, che si usano tuttora nella preparazione della ricotta in casa.

La forma della ricotta dipende soprattutto dal tipo di latte utilizzato: il latte di capra, infatti, viene in genere lavorato in sacchetti di tela o fuscelle più alte rispetto a quanto accade per gli altri tipi di latte. È un formaggio rapidamente deperibile e va consumato al massimo nell’arco di 3 giorni: il colore bianco tipico della ricotta fresca è indicativo del suo stato di salute; se vira verso il giallo ci segnala un’importante perdita di qualità del prodotto, dunque un’accentuazione della sua acidità naturale che lo rende immangiabile.

Casu e vino: gli abbinamenti enogastronomici della Ricotta fresca

In Sicilia la ricotta fresca zuccherata è il goloso ripieno dei cannoli; in Toscana è usata per accompagnare affettati sapidi e magri, come bresaola, e prosciutto crudo, nonché i coccoli, deliziose palline di impasto per la pizza fritte. Ma la ricotta è l’ingrediente infallibile di infinite preparazioni di ogni regione d’Italia: viene usata per il ripieno di ravioli, quiche e tortini, come condimento per la pasta e nei dolci gourmet.

Un latticino prezioso in cucina, insomma, che richiede una particolare attenzione anche negli abbinamenti beverini: fra i vini si consigliano bianchi profumati (ad esempio lo Chardonnay), mentre fra le birre la preferenza va alle Weiss, caratterizzate da un forte tenore proteico e da un sapore di fondo acidulo e fruttato che fa pendant perfettamente con il profilo gustativo e olfattivo della ricotta di capra e di pecora.

Rivoluziona il modo di concepire l'aperitivo e sorprendi i tuoi clienti con l'AperiKit di Sardinia Food District: prodotti biologici a filiera corta 100% sardi, con packaging che strizzano l'occhio anche ai più giovani.

Scopri tutti i prodotti e le varianti!

Lavori nel settore Ho.Re.Ca.?

Scopri le nostre proposte per la ristorazione.

Scroll