Ok
Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.
Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Fruhe

Fruhe

Condividi

10 Oggetti

La Fruhe è un formaggio fresco preparato con latte di capra o pecora munto a mano. Non è abbinato a una zona specifica della Sardegna, ma viene prodotto da secoli in tutta l’isola. Dalla consistenza morbida, spugnosa e fragile, si caratterizza soprattutto per i suoi aromi delicati, con note acidule di latte e yogurt.

La Fruhe o Casu Axedu è un prodotto caseario di antichissima tradizione, che si mangia normalmente al naturale ma si usa anche nella preparazione di molti piatti dolci e salati. È un formaggio sardo povero ma ricco nel gusto, insignito della denominazione P.A.T. (Prodotti Agroalimentari Territoriali) e centro di una riscoperta recente del tutto meritata.

7,20 €
  • Conf. da 600 gr. (Ovino)
  • Conf. da 600 gr. (Caprino)

Storia, caratteristiche e zona di produzione della Fruhe o Casu Axedu

La Fruhe è uno dei formaggi più interessanti prodotti dalla rete di pastori di Sardinia Food District: si tratta infatti di un formaggio tipico sardo fra i più antichi e probabilmente fra i meno conosciuti. La tradizione che lo accompagna è talmente radicata nella nostra regione, invece, che nei concorsi locali dei formaggi caprini la Fruhe ha una categoria tutta sua, distinta da quella degli altri formaggi freschi.

Anche il suo aspetto è molto peculiare: ha la forma di una mattonella con irregolarità date dal taglio che ancora oggi avviene manualmente. La consistenza fragile e molle gli è valsa nei secoli diversi soprannomi, tutti ugualmente eloquenti: Fiscidu, Viscidu, Ischidu, Bischidu, che richiamano tutti la sua consistenza budinosa. Questo formaggio fresco sardo ha sapori veramente particolari: acidulo, come suggerito anche dal suo nome più diffuso “Casu Axedu”, ha un finale che vira inaspettatamente verso il dolce e al naso offre un bouquet di yogurt e latte acido.

La Fruhe viene prodotta con latti di diversa derivazione, soprattutto capra e pecora, anche misti ma sempre munti manualmente. Il sapore acido è quello naturale del latte; solo raramente si aggiungono sieri e fermenti, ma anche in questi casi si attende l’acidificazione spontanea. Tradizionalmente conservato nella salamoia all’interno di orci in terracotta, questo formaggio era l’antica colazione dei pastori.

Casu e vino: gli abbinamenti enogastromici della Fruhe

La Fruhe ha avuto di recente una grande rivalutazione nella cucina moderna, dove la combinazione fra la versione fresca dolce e quella stagionata salata (grazie alla conservazione in salamoia) le permette di essere impiegata in un’ampia varietà di primi, secondi e dolci. La Fruhe stagionata viene ad esempio utilizzata per preparare i culurgiones, i ravioli di patate tipici sardi.

La versione fresca viene invece impiegata in un’infinità di ricette: sformati, dessert al cucchiaio a base di miele, torte caserecce, ma anche semplicemente spalmato sulle verdure crude o sul pistoccu, un pane tipico sardo sottile e secco. Fra i vini, uno dei possibili abbinamenti con il Casu Axedu è il Malvasia di Bosa secco DOC.

Rivoluziona il modo di concepire l'aperitivo e sorprendi i tuoi clienti con l'AperiKit di Sardinia Food District: prodotti biologici a filiera corta 100% sardi, con packaging che strizzano l'occhio anche ai più giovani.

Scopri tutti i prodotti e le varianti!

Lavori nel settore Ho.Re.Ca.?

Scopri le nostre proposte per la ristorazione.

Scroll