Ok
Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.
Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Sei un serial griller? Osa con i formaggi sardi nell'hamburger

Sei un serial griller? Osa con i formaggi sardi nell'hamburger

Fa caldo, caldissimo, un’afa insopportabile, ma ciò non basta a tenere lontani gli amanti degli hamburger dalla fatamorgana dei grill accesi a temperature infernali. Noi di Sardinia Food District abbiamo tuttavia collaudato una cura scientificamente attendibile contro questa dannosa dipendenza estiva, frutto di insolazioni e indigestioni: i nostri test hanno infatti provato che aggiungere il giusto formaggio nell’hamburger provoca un senso di idilliaca pace dei sensi e realizzazione di sé, che si protrae inalterato per lunghe settimane, ritardando la necessità di una nuova dose di proteine flambé. Ecco dunque 4 pillole per disintossicarti dagli hamburger brutti e cattivi e goderti un piatto gourmet anche nei contesti più inaspettati. Il tutto, come sempre, made in Sardinia: griglia seriale, ma griglia consapevole!

Per i nobili: hamburger di manzo con Greviera di Ozieri

La Greviera di Ozieri è un formaggio sardo che un tempo poteva essere apprezzato solo da sos printzipales, i padroni, e che tutt’oggi rappresenta un vero prodotto d’élite a causa della sua produzione in strettissima scala. Per chi desidera sentirsi nobile almeno per un giorno, dunque, la Greviera di Ozieri è formaggio su cui deve ricadere immediatamente la scelta nella preparazione del cheeseburger gourmet. Noi consigliamo la carne bovina, perché è quella che crea l’abbinamento più armonioso con i formaggi stagionati. Come terzo, immancabile ingrediente per questo hamburger ti suggeriamo poi di usare qualche foglia di cavolo nero appena scottata in acqua bollente: in questo modo ne manterrai la consistenza carnosa e il ricco sapore minerale, un accostamento esemplare sia per il manzo sia per la Greviera di Ozieri.

Per i salutisti: hamburger di agnello e ricotta vaccina

Hamburger alla greca con ricotta vaccinaLa ricotta è associata in genere soprattutto alle ricette di dolci, soprattutto nella sua versione ovina. Quella vaccina, invece, con il suo sapore più delicato si adatta meravigliosamente ad accompagnare carni saporite come quella d’agnello, con cui condivide tra l’altro lo spiccato retrogusto dolciastro. Entrambi hanno un basso apporto calorico e presentano una maggiore digeribilità rispetto ad altri tipi di formaggio e di carne; per questo, se non vuoi esagerare con le calorie, un hamburger gourmet a base di agnello e ricotta è perfetto per te: ti toglierà lo sfizio per un bel po’, senza troppi sensi di colpa! Per un gusto più fresco ti consigliamo di mischiare la menta alla ricotta, condendola con un filo di olio extravergine d’olive e una macinata di pepe fresco e guarnire poi il tutto con qualche fettina di pomodoro e/o di cetrioli.

Per i sushivori: hamburger di pesce e crema di formaggio

Hamburger di pesce con crema di pecorino sardoSi può fare un hamburger di pesce? Certamente sì. Lo si può abbinare al formaggio? Anche in questo caso la risposta è affermativa. Infatti, come in ogni ambito della cucina, si tratta solamente di scegliere gli abbinamenti giusti: ingredienti che non stonino gli uni con gli altri e, soprattutto, che non si sovrastino a vicenda. Noi abbiamo ideato un hamburger di pesce che strizza l’occhio all’est e in particolare al Giappone, con una serie di ingredienti che conquisteranno gli amanti del sushi: il nostro burger per sushivori prevede infatti un trancio di salmone appena scottato accompagnato da una brunoise di frutto della passione, papaya, cannella e noce moscata. E il formaggio? Sul pane, leggermente abbrustolito all’interno, stendete un velo leggero di crema di formaggio sardo: densa, sapida e piccante quanto basta, darà una spinta di sapore inaspettata al vostro panino. Il tutto adagiato su un letto di spinaci freschi.

Per i vegetariani: hamburger di ceci o lenticchie con Fiore Sardo

Assemblare un buon hamburger vegetariano è più difficile di quanto si pensi: non tanto per quanto riguarda la ricerca di un sostitutivo della carne, in cui ci vengono in aiuto moltissimi legumi dagli ottimi valori nutrizionali, ma piuttosto per la complessità di trovare un formaggio adatto ai non carnivori. La maggior parte dei formaggi stagionati e semistagionati, infatti, viene prodotta con caglio di provenienza animale, dunque non può essere consumata né da vegani né da vegetariani: i formaggi sardi vengono tuttavia nuovamente in nostro soccorso nella forma (il gioco di parole non è voluto!) del Fiore Sardo. Questo prodotto tipico sardo è infatti realizzato con caglio vegetale; inoltre, specialmente nella sua versione stagionata, ha un sapore molto marcato che lo rende ideale in accompagnamento a burger di lenticchie o ceci, dal gusto invece abbastanza piatto. Per controbilanciare la sapidità del formaggio, vi consigliamo di completare il tutto con una salsa guacamole fresca: potete realizzarla frullando un avocado insieme a succo di lime, olio, sale, pepe, aglio e cipolla e poi aggiungendovi cubetti di pomodoro maturo. Buon appetito!

In cucina non ti interessano solo le grigliate? Leggi anche la nostra guida per abbinare formaggi e birra e quella per abbinare formaggi e cocktail!

Scroll